home page contattaci dove siamolo studio chi siamo


Regime a forfait. Modifiche ai requisiti di accesso e alle cause di esclusione introdotte dalla manovra 2020. Decorrenza.
Venerdì, 14 Febbraio , 2020
La legge di Bilancio 2020 ha apportato modifiche alla disciplina del regime forfetario. Le novità riguardano i requisiti di accesso e le cause di esclusione. L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 7/E dell’11 febbraio 2020, fornisce chiarimenti in merito e precisazioni ai fini dell’individuazione del periodo di imposta a decorrere dal quale le modifiche producono effetto. In merito ai requisiti di accesso la manovra ha previsto che i contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni applicano il regime a forfait se nell’anno precedente hanno conseguito ricavi e/o compensi non superiori a 65mila euro e se hanno sostenuto spese per il personale e per lavoro accessorio superiori a 20mila euro. Con riferimento alle cause di esclusione, la legge n. 160/2019 ha previsto che è fuori dal regime forfetario il soggetto che, nel periodo d’imposta precedente, ha percepito redditi di lavoro dipendente o assimilati di importo lordo superiore a 30mila euro. Per individuare il periodo di imposta a decorrere dal quale le novità producono effetto, occorre verificare il rispetto del tetto di spese. Ciò va effettuato con riferimento all’anno precedente all’applicazione del regime a forfait. Dunque, il contribuente che nel 2019 ha superato i limiti sopra esposti non potrà accedere al regime forfetario nel 2020. Anche la clausola di esclusione opera già dal periodo d’imposta 2020 se il contribuente nel periodo d’imposta 2019 consegue redditi di lavoro dipendente e/o assimilati in misura superiore a 30mila euro. In merito all’eventuale contrasto delle nuove misure con l’articolo 3 dello Statuto del contribuente, l’Amministrazione finanziaria sostiene che le modifiche apportate al regime forfetario dalla legge di Bilancio “non impongono alcun adempimento immediato”. L’eventuale fuoriuscita dal regime forfetario comporterà per il contribuente l’adozione del regime ordinario.
(Vedi risoluzione n. 7 del 2020)

rassegna stampa fiscale
rassegna stampa legale
scadenze fiscali
novità fiscali
circolari
Attività dello studio
link
MetaSpace

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna

admin
copyright Studio Saccea partita iva: 04230850374metaping srl: servizi in rete per commercialisti ed economisti d'impresa